Contatti Area Riservata
News
Prestazioni
23 Novembre 2022

La vista dei nostri figli: informazione e prevenzione

Fin dai primi giorni di vita è necessario aver cura dello stato visivo dei propri figli ed in questa prima fase di vita è fondamentale il ruolo del pediatra. Molti bambini presentano disturbi oculari che possono ridurre gravemente la capacità visiva in uno o in entrambi gli occhi.

In generale, emerge come fondamentale la collaborazione tra pediatra e specialista oculista al quale il bambino va inviato laddove si riscontri una delle seguenti condizioni:

Riflessi della pupilla anomaliAnomalie della motilità oculare
Buftalmo (dilatazione congenita o acquisita del globo oculare)Dubbia o assente risposta al Test di Lang verso i 3 anni
Nistagmo (movimento oscillatorio involontario degli occhi e a volte anche del capo)Acutezza visiva ridotta a tre quattro anni
Anamnesi pre, peri o post-natale grave o familiare positiva per patologia oculare graveSintomi o segni riferibili a patologie oculari (cefalea, bruciore oculare, fotofobia)
Anomalie all’ispezione dell’apparato oculareSospetto deficit visivo da parte del genitore
Riflessi corneali asimmetrici 
Ricordiamo che tutti gli Iscritti CADIPROF ed il loro nucleo familiare godono di condizioni vantaggiose sull’acquisto di Occhiali da Vista, Occhiale da sole e Lenti a Contatto

I disturbi più comuni sono tre:

  • Strabismo – “occhi storti” Strabismo è un termine generico che indica un’anomalia degli occhi secondo la quale gli assi visivi non sono paralleli, ma un occhio può essere deviato all’interno o all’esterno, verso l’alto o verso il basso.
  • Ambliopia – “occhio pigro” L’ambliopia, od “occhio pigro”, consiste in un ridotto sviluppo della funzione visiva in uno o in entrambi gli occhi e ciò si verifica nella prima infanzia, periodo durante il quale si compie lo sviluppo della funzione visiva. Se l’ambliopia viene individuata entro i 3-4 anni è più facile porle rimedio; se viceversa la diagnosi avviene più tardi, tale difetto può risultare non più correggibile.
  • Vizi di refrazione – visione non nitida, quali:
    • La miopia
      La miopia è uno dei difetti rifrattivi più comuni nell’età infantile ed adolescenziale. L’occhio è più lungo del necessario per cui le immagini vengono focalizzate davanti alla retina e per tale motivo risultano sfuocate.
    • L’ipermetropia
      L’ipermetropia è il difetto più insidioso dell’infanzia in quanto asintomatico e, se non corretto, può essere causa di ambliopia (occhio pigro) e strabismo. L’occhio è più corto del necessario pertanto le immagini si focalizzano
    • L’astigmatismo
      L’astigmatismo può essere descritto come una curvatura asimmetrica di alcune superfici oculari (cornea e cristallino) che comportano la formazione di un’immagine “sdoppiata ed allungata” sulla retina. È un difetto che se non viene corretto precocemente è frequentemente causa di gravi deficit visivi (ambliopia meridianale) di difficile soluzione.

Approfondisci l’argomento consultando il documento

Scopri i vantaggi a te riservati con la Convenzione Cadiprof-Salmoiraghi & Viganò

UniSalute up
Se hai già fatto l’accesso al portale UniSalute (dall’area riservata), scarica UniSalute UP: un canale diretto per fruire dei servizi di prenotazione delle prestazioni e di rimborso online del Piano Sanitario.
Codice Fiscale 97326840580 / All Rights Reserved - Cadiprof® 2022
2